CHEF EXPRESS - PONTE FERONIA

architecture & landscape

<

>

+++

Client: Chef Express

Location: Feronia - Roma, Italy

Program: Retail building

State: Project

 

Le aree di servizio a “ponte” sono architetture iconiche della nostra rete autostradale e sono diventate negli anni simbolo e punto di riferimento di luoghi e posizioni che scandiscono i nostri viaggi. Le prime autostrade italiane sono realizzate tra gli anni Cinquanta e Sessanta; distribuiti lungo la rete oggi sono ancora molti gli edifici per la ristorazione e il servizio di rifornimento a benzina che risalgono a quel periodo; alcuni di questi hanno caratteri architettonici che ben rappresentano lo spirito e l'immagine del "boom economico". Fra questi, in particolare, sono gli edifici a ponte a destare maggior interesse, rappresentando non solo un’occasione di sperimentazione architettonica e di ricerca, ma anche il principio ordinatore della città in crescita, degli affari e del piacere.

Il ponte Feronia rappresenta in pieno la visione iconica dell’architettura razionalista di questi anni. Il complesso è costituito dall'edificio centrale che ospita il ristorante e da corpi minori ai lati in cui si sviluppano i collegamenti verticali: ascensori e scale. La poderosa struttura è slanciata, l'immagine orizzontale si allunga e accentua nel contrasto con il dinamismo che si sviluppa sul sottostante rettilineo. Il ponte, collegamento reale tra due sponde di un immaginario fiume, ha 80 metri di lunghezza e 20 di larghezza, col ristorante a oltre 7 metri sull'autostrada.

Le scelte progettuali di rinnovamento dell’immagine della vecchia struttura sono volte a conferire ancora maggiore carattere al volume/fascia centrale di fruizione pubblica che rappresenta l’aggetto principale ed il volume dominante sia dal punto funzionale che dal punto formale.

Da qui l’idea di caratterizzare la nuova immagine dei ponti Chef Express con un rivestimento ritmico a fasce verticali che vogliono rimarcare nuovamente il contrasto dinamico tra struttura e autostrada.

Questi scatolati metallici, che filtrano un’alta percentuale di irraggiamento solare aggettano verticalmente a copertura del volume sovrastante per 1,5 ml e rafforzano l’idea e la visione del volume fascia che conclude il suo corso con la rappresentazione del marchio che si oppone su ambedue i lati nel verso dello scorrimento viario.

Il volume sovrastante comprendente vani tecnici e spazi non adibiti al pubblico subisce un intervento di copertura e semplificazione formale tramite l’applicazione di pannelli di rivestimento a maglia grigliata che ne conferiscono un aspetto tecnico e pulito. L’inserimento del verde in copertura al volume principale ha la duplice funzione di accentuare lo stacco estetico e strutturale dei due volumi ammorbidendo il pro lo duro del volume retrostante e quella di creare un cordone di collegamento ambientale tra la vegetazione del bordo strada e la sua risalita al ponte.

 

 

 

 

centrostilemilanoarchitetti

© 2016 CSMA     |     design francesco piazza

M  P  V

M  P  V

centrostilemilano a Milano, MI, IT su Houzz

>

TOP

centrostilemilano a Milano, MI, IT su Houzz
centrostilemilano a Milano, MI, IT su Houzz
centrostilemilano a Milano, MI, IT su Houzz
centrostilemilano a Milano, MI, IT su Houzz
centrostilemilano a Milano, MI, IT su Houzz
centrostilemilano a Milano, MI, IT su Houzz

M  P  V